Edilizia civile ed industriale

Ospedale Infermi di Rimini (RN)

Nome progetto:

Lavori di ristrutturazione 4° Piano Medicina 1 – Ospedale Infermi di Rimini (RN)
Regione: Emilia-Romagna
Cliente: Azienda Unità Sanitaria Locale della Provincia di Rimini (RN)
Inizio lavori: maggio 2014
Durata prevista: 300 giorni

DESCRIZIONE PROGETTO

La ristrutturazione del reparto di Medicina 1 si inserisce nell’ambito della riqualificazione generale dell’edificio denominato “monoblocco” situato presso l’Ospedale Infermi di Rimini, nel quale sono stati effettuati dagli anni 2000 in poi diversi interventi di ristrutturazione edile, strutturale, impiantistica e di adeguamento alle normative per la prevenzione incendi nei vari piani, nell’ottica di una ottimizzazione funzionale e tecnologica degli spazi esistenti. La ristrutturazione, quindi, prevede l’adeguamento e la messa a norma impiantistica, antincendio, strutturale e la creazione di spazi secondo gli obiettivi dell’Azienda tenendo in considerazione i nuovi parametri di umanizzazione e comfort di tipo alberghiero oltre che l’adeguamento ai requisiti minimi della Regione Emilia Romagna per l'autorizzazione e l'accreditamento delle strutture sanitarie.

Principali dati tecnici:

  • Modifiche nel posizionamento delle tramezzature interne, con demolizione e costruzione di tavolati in laterizio forato, per la realizzazione dei locali previsti dal progetto ai piani 1° e 3° e ai piani 2°, 4°, 5° e 6° limitatamente ai locali da trasformare in vani impianti. Per le compartimentazione REI 120 sono previste murature tagliafuoco in blocchi alveolari, per i muri di nuova costruzione, e riqualificazione REI 120 con pannelli in silicati, per i muri esistenti.
  • Realizzazione di fori nei solai, predisposizioni di attacchi alle colonne di scarico e formazione di casse in cartongesso di occultamento temporaneo al piano 5°;
  • Rifacimento completo delle finiture interne, (sottofondi e pavimenti; intonaci; rasature e tinteggiature; controsoffitti; serramenti interni);
  • Irrigidimento strutturale dei solai da realizzare tramite la messa in opera di crociere di nastri di fibra di carbonio posti all’estradosso delle solette
  • Sostituzione completa di tutti gli impianti elettrici, idrico sanitari, di riscaldamento e condizionamento come meglio descritto nei capitoli relativi agli impianti;
  • Collegamento delle nuove canalizzazione d’aria alla U.T.A. già esistente in copertura;
  • Coibentazione delle pareti esterne tramite interposizione nel paramento esterno di materiale coibente;
  • Inserimento di due vani finestra di facciata nelle logge esistenti, da realizzare sul prospetto nord;
  • Sostituzione dei serramenti di facciata esistenti con nuovi serramenti in alluminio dotati di tapparella esterna. Tale intervento è limitato su alcuni vecchi serramenti in legno ancora esistenti sul lato nord.
  • Pavimenti in gres fine porcellanato a piastrelle 30x30 di diversi colori posate a disegno, nei locali attesa, nei corridoi, nella camere di degenza, nei bagni (con coefficiente di attrito μ > 0,40) negli studi medici ambulatori e negli spazi operativi di medici e infermieri. - in gres granito ceramico a imitazione di pietre naturali in piastrelle da 40x40 negli atri di piano/ascensori; Tutti i pavimenti saranno realizzati con materiali antisdrucciolevoli, lavabili e disinfettabili.
  • Pareti tinteggiate con plastico a leggera buccia d’arancio a fasce o a riquadri di colori diversi per gli spazi adibiti ad attesa visitatori, nei corridoi e nelle camere di degenza; con tinta unica negli atri di piano (ascensori) e in tutti gli altri locali (studi medici, ambulatori, medici, infermieri, deposito etc.) - tinteggiate con idropittura acrilica traspirante lavabile nella parte di muro dei locali di servizio non rivestiti; - rivestite in gres fine porcellanato da cm. 30x30 posato anche a disegno con piastrelle di colore diverso per tutti i servizi igienici, la cucinetta e il deposito sporco. Tutte le finiture saranno realizzate con materiali lavabili e disinfettabili.
  • Controsoffitti in cartongesso piano continuo con materiali in classe 0, in tutti i locali con passaggi di canalizzazioni non ispezionabili, tinteggiati con idropittura traspirante. - controsoffitti in pannelli di gesso da cm. 60x60 con struttura seminascosta e con fascia perimetrale di compensazione in cartongesso continuo, per atri di piano, attesa visitatori, corridoi e in tutti i locali con passaggi di canalizzazioni ispezionabili. - controsoffitti in pannelli di gesso da cm. 60x60 e fasce di compensazione in cartongesso idrorepellente nei servizi igienici. L’altezza dei controsoffitti è di ml. 2,40 nei corridoi, ml 2,45 nei bagni e nella porzione delle camere di degenza antistante l'ingresso dei bagni e negli altri locali interessati dal passaggio dei canali di condizionamento. I soffitti non controsoffittati saranno tinteggiati con idropittura acrilica traspirante lavabile (h. ml.3,20).
  • Porte in legno rivestite in laminato plastico a imitazione essenze di legno naturale, per tutti i locali non compartimentati ai fini antincendio. - in ferro del tipo tagliafuoco REI 120 per i locali compartimentati.
  • Serramenti esterni in alluminio preverniciato di colore bianco con profili a taglio termico del tipo utilizzato dal Servizio Tecnico nel programma di sostituzione di tutti i serramenti dell’ospedale e vetri camera.
  • Fasce paracolpi in resina acrovinilica applicata a colla a muro e soprastante corrimano, separato, di medesimo materiale posato su apposite mensole.
  • Impianto di termoventilazione per la stagione invernale capace di realizzare nelle stanze di degenza un fattore di ricambio di 2 vol/h di aria esterna e di 1 vol/h negli spazi connettivi così come previsto nella circolare LLPP n.13011/74 e requisiti specifici per l’autorizzazione al funzionamento delle strutture sanitarie della regione Emilia Romagna. L’impianto di termoventilazione verrà allacciato a n°2 UTA esistenti dotate di recuperatore di calore fra aria espulsa e aria di rinnovo.
  • Impianto di climatizzazione del tipo a radiatori in acciaio, di nuova posa, ed aria primaria di ventilazione
  • Impianto di scarico delle acque usate realizzato attraverso il prolungamento dei montanti di scarico e ventilazione dal soffitto del 3° piano al soffitto del 4° piano, con predisposizioni per i futuri allacciamenti degli apparecchi sanitari del 5° piano e con la realizzazione di una nuova rete di ventilazione sub-orizzontale a soffitto del quarto piano confluente nei 3 montanti che vanno a copertura. Tutte le nuove tubazioni di scarico e ventilazione saranno realizzate in ghisa centrifugata con rivestimento interno in resina epossidica e rivestimento esterno costituito da vernice anticorrosione.
  • Realizzazione impianto igienico sanitario e idrico antincendio;
  • Impianto di gas medicinali comprensivo di unità terminali poste in ciascuna stanza (testaletto);
  • Realizzazione impianti elettrici e speciali che prevedono:
  • Linee di Distribuzione Principale

    Alimentazione Impianti Meccanici in campo

    Quadri Elettrici

    Impianto sganci di sicurezza ai piani

    Impianto luce e forza motrice

    Impianto di Terra ed Equipotenziale

    Apparecchi illuminanti

    Apparecchi illuminanti di sicurezza

    Impianto di rilevazione incendi

    Impianto TV

    Impianto di chiamata

    Impianti ausiliari;